Negli ultimi decenni, le aziende sono diventate sempre più consapevoli della necessità di sfruttare in modo strategico gli asset di dati per sfruttare le opportunità del mercato. Grazie ad analisi della concorrenza o a una maggiore comprensione dei modelli operativi, molte organizzazioni ora sanno quanto sia importante poter contare su una strategia per i dati come strumento per collocarsi un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Questo white paper offre un quadro teorico per migliorare il ritorno sugli investimenti correlati a Power BI, nell'ottica dell'impegno delle aziende verso una gestione sempre più proficua e intelligente dei dati.

Per i professionisti di business intelligence, le aziende che usano i dati con intelligenza sono solitamente quelle in grado di sfruttare informazioni effettive a supporto dei processi decisionali. Alcune organizzazioni vengono persino descritte come dotate di "cultura per i dati". Sia a livello di organizzazione che di singoli reparti, la cultura per i dati può influire positivamente sulle capacità aziendali di adattamento e crescita. La disponibilità di dati dettagliati e analitici non deve essere necessariamente estesa a tutta l'organizzazione per offrire grandi potenzialità. Esistono informazioni operative di piccola entità in grado di modificare i processi quotidiani con un potenziale trasformativo altrettanto valido.

Le aziende di questo tipo sanno che sono i fatti e la loro analisi a dover guidare la definizione dei processi aziendali. I membri dei team hanno il compito di eseguire ricerche dei dati, individuare i modelli e condividere le loro scoperte con gli altri.

Questo approccio può risultare utile indipendentemente dal fatto che l'analisi venga applicata a fattori aziendali interni o esterni. Si tratta fondamentalmente di un punto di vista e non di un processo.

Per informazioni su concetti, opzioni e suggerimenti per la governance all'interno dell'ecosistema di Power BI, leggere Governance di Power BI e approcci alla distribuzione.