Con la versione di ottobre 2016 di Power BI Desktop e nel servizio Power BI è possibile usare oggetti visivi personalizzati basati su R senza alcuna conoscenza e script di R. Ciò consente di sfruttare la potenza analitica e degli oggetti visivi di R, nonché gli script R, senza conoscere R o dover programmare manualmente.

Per usare gli oggetti visivi personalizzati basati su R, è necessario selezionare e scaricare l'oggetto visivo personalizzato di R dalla sezione R-powered visuals (Oggetti visivi basati su R) della raccolta di oggetti visivi personalizzati di Power BI.

Le sezioni seguenti descrivono come selezionare, caricare e usare oggetti visivi basati su R in Power BI Desktop.

Usare oggetti visivi personalizzati

Per usare gli oggetti visivi personalizzati basati su R, è necessario scaricare ciascun oggetto visivo dalla raccolta di oggetti visivi personalizzati, quindi usare l'oggetto visivo come qualsiasi altro tipo di oggetto visivo in Power BI Desktop. Ecco i passaggi necessari:

  1. Accedere alla raccolta di oggetti visivi personalizzati, disponibile all'indirizzo http://app.powerbi.com/visuals. Selezionare il collegamento R-powered visuals (Oggetti visivi basati su R) nella parte superiore della pagina.

  2. Selezionare dalla raccolta l'oggetto visivo basato su R che si vuole usare. Viene visualizzata una finestra di dialogo con alcune informazioni aggiuntive. Selezionare Download Visual (Scarica oggetto visivo) per avviare il download.

    Nota: per la creazione in Power BI Desktop, è necessario disporre di R installato sul computer locale. Se gli utenti desiderano visualizzare un oggetto visivo basato su R nel servizio Power BI, non è necessario disporre di R installato localmente.

    Non è necessario installare R per usare oggetti visivi personalizzati basati su R nel servizio Power BI. Tuttavia, se si vogliono usare oggetti visivi personalizzati basati su R in Power BI Desktop è necessario installare R nel computer locale. È possibile scaricare R dai percorsi seguenti:

  3. Dopo aver scaricato l'oggetto visivo (operazione simile al download di un file dal browser), passare a Power BI Desktop e fare clic sui puntini di sospensione (...) nel riquadro Visualizzazioni, quindi selezionare Importa un oggetto visivo personalizzato.

  4. Prestare attenzione all'importazione di un oggetto visivo personalizzato, come illustrato nella figura seguente:

  5. Individuare il puntno in cui è stato l'oggetto visivo è stato salvato e selezionare il file. Le visualizzazioni personalizzate di Power BI Desktop hanno l'estensione pbiviz.

  6. Quando si torna a Power BI Desktop, è possibile visualizzare il nuovo tipo di oggetto visivo nel riquadro Visualizzazioni.

  7. Quando si importa il nuovo oggetto visivo (o si apre un report che contiene un oggetto visivo basato su R), Power BI Desktop installa i pacchetti R necessari.

Da qui, è possibile aggiungere all'oggetto visivo dati e altri oggetti visivi di Power BI Desktop. Al termine, è possibile visualizzare l'oggetto visivo nell'area di disegno. Nell'elemento visivo seguente, l'oggetto visivo Forecasting basato su R è stato usato con le proiezioni sul tasso di nascita delle Nazioni Unite (oggetto visivo a sinistra).

Come per qualsiasi altro oggetto visivo di Power BI Desktop, è possibile pubblicare il report con i relativi oggetti visivi basati su R nel servizio Power BI e condividerlo con altri utenti.

Controllare spesso la raccolta di oggetti visivi personalizzati basati su R, poiché vengono aggiunti continuamente nuovi oggetti visivi.

Contributo agli oggetti visivi personalizzati basati su R

Se si creano oggetti visivi di R personalizzati da usare nei report, è possibile condividerli con tutti, aggiungendo l'oggetto visivo personalizzato alla raccolta di oggetti visivi personalizzati. I contributi vengono eseguiti tramite GitHub secondo la procedura seguente:

Risoluzione dei problemi relativi agli oggetti visivi personalizzati basati su R

Per il corretto funzionamento degli oggetti visivi personalizzati e basati su R occorre rispettare determinate dipendenze. Quando gli oggetti visivi basati su R non vengono eseguiti o caricati correttamente, il problema è in genere uno dei seguenti:

  • Il motore R è mancante
  • Errori nello script R su cui si basa l'oggetto visivo
  • I pacchetti R sono mancanti o non aggiornati

La sezione seguente descrive i passaggi di risoluzione dei problemi che è possibile eseguire per trovare una soluzione ai problemi riscontrati.

Pacchetti R mancanti o non aggiornati

Quando si prova a installare un oggetto visivo personalizzato basato su R, possono verificarsi errori in caso di pacchetti R mancanti o obsoleti. Ciò può dipendere da uno dei seguenti motivi:

  • L'installazione di R non è compatibile con il pacchetto R
  • Le impostazioni del firewall, del software antivirus o del proxy impediscono la connessione di R a Internet
  • La connessione Internet è lenta o si verifica un problema di connessione Internet

Il team di Power BI è attivamente impegnato nel risolvere questi problemi prima che raggiungano l'utente e la prossima versione di Power BI Desktop incorporerà degli aggiornamenti per risolvere questi problemi. Fino ad allora, è possibile eseguire una o più delle seguenti operazioni per ridurre i problemi:

  1. Rimuovere l'oggetto visivo personalizzato, quindi installarlo di nuovo. Verrà avviata una nuova installazione dei pacchetti R.
  2. Se l'installazione di R non è aggiornata, aggiornare l'installazione di R, quindi rimuovere/reinstallare l'oggetto visivo personalizzato come descritto nel passaggio precedente.

    • Le versioni supportate di R sono elencate nella descrizione di ogni oggetto visivo personalizzato con tecnologia R, come illustrato nella figura seguente. > Nota: è possibile mantenere l'installazione di R originale e associare Power BI Desktop solo alla versione corrente installata. Passare a File > Opzioni e impostazioni > Opzioni > Script R.
  3. Installare i pacchetti R manualmente, usando qualsiasi console di R. Ecco la procedura per questo approccio:

    a. Scaricare lo script di installazione dell'oggetto visivo basato su R e salvare il file in un'unità locale.

    b. Dalla console di R, eseguire le operazioni seguenti:

    > source(“C:/Users/david/Downloads/ScriptInstallPackagesForForecastWithWorkarounds.R”)    
    

    Di seguito sono elencati i percorsi di installazione predefiniti:

    c:\Program Files\R\R-3.3.x\bin\x64\Rterm.exe (for CRAN-R)
    c:\Program Files\R\R-3.3.x\bin\x64\Rgui.exe (for CRAN-R)
    c:\Program Files\R\R-3.3.x\bin\R.exe (for CRAN-R)
    c:\Program Files\Microsoft\MRO-3.3.x\bin\R.exe (for MRO)
    c:\Program Files\Microsoft\MRO-3.3.x\bin\x64\Rgui.exe (for MRO)
    c:\Program Files\RStudio\bin\rstudio.exe (for RStudio)
    
  4. Se la procedura precedente non funziona, provare a eseguire le operazioni seguenti:

    a. Usare R Studio e seguire i passaggi descritti al punto 3.b. sopra (eseguire la riga di script dalla console di R).

    b. Se il passaggio precedente non funziona, passare a Strumenti > Opzioni globali > Pacchetti in R Studio e attivare la casella di controllo Usa libreria di Internet Explorer/proxy per HTTP, quindi ripetere il passaggio 3.b. riportato in precedenza.

Altre informazioni

Esaminare le informazioni aggiuntive seguenti su R in Power BI.