Cosa sono le app di Power BI?

Le app sono costituite da raccolte di dashboard e report appositamente create dall'organizzazione allo scopo di fornire metriche chiave che consentano di prendere decisioni basate sui dati in modo semplice e rapido.

Gli utenti aziendali spesso hanno bisogno di più dashboard e report di Power BI per l'esecuzione delle loro attività aziendali. I responsabile delle vendite, ad esempio, potrebbero aver bisogno di un dashboard per monitorare l'imbuto dei lead, un altro per monitorare le classifiche di vendita e ancora un altro per monitorare e analizzare le previsioni di vendita. Tuttavia, dovranno provare a ricordare i nomi di tutti questi dashboard e come accedervi.

Per gli autori o gli amministratori di un report, la gestione delle autorizzazioni nei singoli dashboard può essere un'attività dispendiosa in termini di tempo e tendente all'errore.

Con le app di Power BI, ora in anteprima, è possibile distribuire e gestire raccolte di dashboard e report appositamente create a un numero elevato di utenti aziendali. È possibile distribuire queste app all'intera organizzazione o a specifici utenti o gruppi.

Gli utenti aziendali possono installare queste applicazioni da Microsoft AppSource oppure è possibile inviare loro un collegamento diretto. Potranno facilmente trovare l'intero contenuto e tornarvi in seguito, perché è disponibile in un'unica posizione. Riceveranno gli aggiornamenti automaticamente e sarà possibile controllare la frequenza con cui vengono aggiornati i dati. Altre informazioni sull'esperienza dell'app per gli utenti aziendali.

Gestione delle licenze

È necessaria una licenza di Power BI Pro sia per distribuire le app sia perché gli utenti aziendali possano visualizzarle. Tuttavia, con le future licenze Premium, se l'area di lavoro per le app risiede nella capacità di Power BI Premium, gli utenti aziendali potranno accedere al contenuto senza una licenza di Power BI Pro. Altre informazioni su Power BI Premium.

App e pacchetti di contenuto aziendali

Le app rappresentano l'evoluzione dei pacchetti di contenuto aziendali. Se si hanno già pacchetti di contenuto aziendali, questi continueranno a funzionare contemporaneamente alle app.

Dopo questa panoramica delle app, verranno prese in esame le aree di lavoro per le app in cui si creano le app.

Aree di lavoro per le app

Le aree di lavoro per le app sono i posti in cui si creano le app; dunque, per creare un'app, è prima di tutto necessario creare l'area di lavoro per le app. Se sono già state usate le aree di lavoro del gruppo in Power BI, le aree di lavoro per le app risulteranno familiari. Tali aree sono infatti l'evoluzione delle aree di lavoro del gruppo, ovvero aree di gestione temporanea e contenitori per il contenuto nell'app.

È possibile aggiungere altri collaboratori a queste aree di lavoro come membri o amministratori. È possibile collaborare assieme ai colleghi in dashboard, report e altri articoli che si prevede di distribuire a un pubblico più ampio o persino all'intera organizzazione.

Quando il contenuto è pronto, si distribuisce l'app. È possibile inviare un collegamento diretto a un gruppo di destinatari più ampio oppure rendere disponibili le app dalla scheda App scegliendo Scarica ed esplora altre app da AppSource. Tali utenti non possono modificare il contenuto dell'app, ma possono interagirvi nel servizio Power BI o in una delle app per dispositivi mobili, filtrando, evidenziando e ordinando i dati autonomamente.

Quali sono le differenze tra le aree di lavoro per le app e le aree di lavoro del gruppo?

Tutte le aree di lavoro gruppo esistenti possono fungere da aree di lavoro per le app ed è possibile pubblicare le app da una qualsiasi di queste aree di lavoro. L'unica differenza è che è possibile creare un'area di lavoro per le app come luogo in cui creare e ospitare un'app specifica. Esiste una relazione uno-a-uno tra l'app e il contenuto dell'area di lavoro per le app. Quando si distribuirà l'app, essa includerà tutto il contenuto dell'area di lavoro per le app.

Dopo aver appreso i concetti di app e aree di lavoro per le app, si passerà alla creazione e alla pubblicazione di un'app.

Creare un'app in un'area di lavoro per le app

  1. Iniziare creando l'area di lavoro. Selezionare Aree di lavoro > Crea un'area di lavoro.

    Questa sarà la posizione in cui inserire il contenuto su cui collaborare assieme ai colleghi.

  2. Assegnare un nome all'area di lavoro. Se il corrispondente ID area di lavoro non è disponibile, modificarlo in modo da ottenere un ID univoco.

  3. Ci sono alcune opzioni da impostare. Se si sceglie Pubblica, chiunque nell'organizzazione potrà visualizzare il contenuto dell'area di lavoro. Privata, d'altra parte, significa che solo i membri dell'area di lavoro potranno visualizzarne il contenuto.

    Nota:

    Dopo aver creato il gruppo, non è possibile modificare l'impostazione di gruppo pubblico o privato.

  4. È anche possibile scegliere se i membri possono modificare o avere l'accesso di sola visualizzazione.

    Suggerimento:

    Se si aggiunge un utente al gruppo, è opportuno autorizzarlo a modificare il contenuto. Se vuole solo visualizzare il contenuto, potrà farlo nell'app.

  5. Aggiungere gli indirizzi di posta elettronica delle persone che avranno accesso all'area di lavoro e selezionare Aggiungi. Non è possibile aggiungere alias di gruppo, soli singoli utenti.

  6. Decidere se ogni persona è un membro o un amministratore.

    Gli amministratori possono modificare l'area di lavoro stessa, inclusa l'aggiunta di altri membri. I membri possono modificare il contenuto nell'area di lavoro, a meno che non abbiano accesso in sola visualizzazione. Entrambi possono pubblicare l'app.

  7. Selezionare Salva.

Power BI crea l'area di lavoro, che verrà aperta e visualizzata nell'elenco delle aree di lavoro di cui si è membri. Gli amministratori potranno a questo punto selezionare i puntini di sospensione (…) per tornare indietro e apportare modifiche, aggiungere nuovi membri o modificarne le autorizzazioni.

L'area di lavoro è vuota, quindi è possibile aggiungervi contenuto. Questa operazione è analoga all'aggiunta di contenuto all'Area di lavoro personale, tranne per il fatto che anche gli altri utenti dell'area di lavoro potranno vederlo ed elaborarlo. Un'altra differenza consiste nel fatto che, al termine dell'elaborazione, sarà possibile distribuire il contenuto come app. All'interno dell'area di lavoro per le app è possibile caricare o connettersi ai file oppure connettersi ai servizi di terze parti, proprio come avviene nell'Area di lavoro personale. ad esempio:

Aggiungere un'immagine all'app (facoltativo)

Per impostazione predefinita, Power BI crea un cerchietto colorato per l'app, con le iniziali dell'app, ma potrebbe essere opportuno personalizzarlo con un'immagine.

  1. Selezionare Aree di lavoro, selezionare i puntini di sospensione (...) accanto al nome dell'area di lavoro, quindi Membri.

    L'account Outlook di Office 365 per l'area di lavoro verrà aperto in una nuova finestra del browser.

  2. Quando si passa con il mouse sul cerchio colorato in alto a sinistra, il puntatore si trasforma in un'icona a forma di matita. Selezionarla.

  3. Selezionare nuovamente l'icona a forma di matita e trovare l'immagine che si vuole usare.

  4. Selezionare Salva.

    L'immagine sostituisce il cerchio colorato nella finestra di Outlook di Office 365.

    In pochi minuti, verrà visualizzata anche nell'app Power BI.

Distribuire un'app

Dopo aver finito di creare e perfezionare i dashboard e i report nell'area di lavoro per le, inserirli tutti in un pacchetto come app e distribuirla.

  1. Nell'area di lavoro, selezionare il pulsante Pubblica app in alto a destra per avviare il processo di condivisione di tutto il contenuto nell'area di lavoro.

  2. Prima di tutto, in Dettagli, inserire la descrizione per aiutare gli utenti a trovare l'app. È possibile impostare un colore di sfondo per personalizzarla.

  3. Quindi, in Contenuto, si noterà il contenuto che verrà pubblicato come parte dell'app, cioè tutto il contenuto dell'area di lavoro. È anche possibile impostare la pagina di destinazione, cioè il dashboard o il report che gli utenti vedranno per primo quando accedono all'app. È possibile scegliere Nessuno: in tal modo, verrà visualizzato per primo un elenco dell'intero contenuto dell'app.

  4. Infine, in Accesso, decidere chi avrà accesso all'app, cioè tutti gli utenti dell'organizzazione, utenti specifici o liste di distribuzione di posta elettronica.

  5. Quando si seleziona Fine, viene visualizzato un messaggio che conferma che l'app è pronta per la pubblicazione.

  6. Nella finestra di dialogo di operazione completata è possibile copiare l'URL, ossia il collegamento diretto a questa app, e inviarlo alle persone con cui è stata condivisa.

Gli utenti aziendali a cui è stata distribuita l'app potranno trovarla in due modi diversi. È possibile inviare loro il collegamento diretto all'app oppure potranno cercarla in Microsoft AppSource, in cui sono visualizzate tutte le app a cui possono accedere. In entrambi i casi, da quel momento vedranno questa app nel proprio elenco ogni volta che accederanno alle applicazioni.

Altre informazioni sull'esperienza dell'app per gli utenti aziendali.

Modificare l'app pubblicata

Dopo aver pubblicato l'app, si potrebbe volerla modificare o aggiornare. Si noterà che quando si apre l'app da App, anche se si è l'utente che l'ha pubblicata, non è possibile modificarla, perché l'opzione Modifica report è inattiva.

Ma è facile aggiornarla se si è un amministratore o un membro dell'area di lavoro per le app.

  1. Aprire l'area di lavoro per le app che corrisponde all'app.

  2. Aprire il dashboard o il report. Si noterà che è possibile apportare le modifiche desiderate.

    Nota:

    L'area di lavoro per le app è l'area di gestione temporanea personale, quindi il push delle modifiche nell'app non viene eseguito in tempo reale fino a quando non si pubblica di nuovo. Ciò consente di apportare modifiche senza influire sulle app pubblicate.

  3. Tornare all'elenco di contenuti dell'area di lavoro per le app e selezionare Pubblica app.

  4. Aggiornare Dettagli, Contenuto, e Accesso, se necessario, quindi selezionare Aggiorna app.

Le persone a cui è stata distribuita l'app visualizzeranno automaticamente la versione aggiornata dell'app.

Annullare la pubblicazione di un'app

Qualsiasi membro di un'area di lavoro per le app può annullare la pubblicazione dell'app.

  • In un'area di lavoro per le app, selezionare i punti di sospensione (...) nell'angolo superiore destro > Annulla pubblicazione app.

Questa azione disinstalla l'app per tutti gli utenti a cui è stata distribuita, i quali non potranno più accedervi. Non verranno eliminati l'area di lavoro per le app o il relativo contenuto.

Domande frequenti sulle app di Power BI

Quali sono le differenze tra le aree di lavoro per le app e le aree di lavoro del gruppo?

Con questa versione, tutte le aree di lavoro del gruppo sono state rinominate in aree di lavoro per le app. È possibile pubblicare un'app da una qualsiasi di queste aree di lavoro. La funzionalità rimane per la maggior parte allineata al livello delle aree di lavoro del gruppo. Nei mesi successivi, si prevedono i seguenti miglioramenti alle aree di lavoro per le app:

  • La creazione di aree di lavoro per le app non crea entità corrispondenti in Office 365, come succede con le aree di lavoro del gruppo. È quindi possibile creare un numero qualsiasi di aree di lavoro per le app senza doversi preoccupare dei diversi gruppi di Office 365 creati dietro le quinte (è ancora possibile usare OneDrive for Business di un gruppo Office 365 per archiviare i file).
  • Oggi è possibile aggiungere solo singoli utenti agli elenchi di membri e amministratori. Presto sarà possibile aggiungere più gruppi di sicurezza o gruppi moderni di Active Directory a questi elenchi per consentire una gestione più semplice.

Quali sono le differenze tra le app e i pacchetti di contenuto aziendali?

Le app sono un'evoluzione e la semplificazione dei pacchetti di contenuto, con alcune differenze importanti.

  • Dopo che gli utenti aziendali avranno installato un pacchetto di contenuto, questo perde la propria identità raggruppata: è solo un elenco di dashboard e report intervallati da altri dashboard e report. Le app, d'altra parte, mantengono l'identità e il raggruppamento anche dopo l'installazione. Questo semplifica agli utenti aziendali di continuare a passare alle app nel tempo.
  • È possibile creare più pacchetti di contenuto da qualsiasi area di lavoro, ma un'app ha una relazione 1:1 con la relativa area di lavoro. In questo modo, le app saranno più facili da comprendere e gestire a lungo termine. Per altre informazioni sulla pianificazione dei miglioramenti di quest'area, vedere l'apposita sezione del blog di Power BI.
  • Nel corso del tempo i pacchetti di contenuto aziendali verranno deprecati, quindi si consiglia di creare app da oggi in poi.

E per quanto riguarda i membri di sola lettura nei gruppi?

Nei gruppi, è possibile aggiungere membri di sola lettura che possono solo visualizzare il contenuto. Il problema principale con questo approccio è che non è possibile aggiungere gruppi di sicurezza come membri. Con le app, è possibile pubblicare una versione di sola lettura dell'area di lavoro per le app a un vasto pubblico, inclusi i gruppi di sicurezza. È possibile gestire temporaneamente le modifiche ai dashboard e ai report nell'app senza influire sugli utenti finali. In futuro, è consigliabile usare le app in questo modo. A lungo termine, si prevede che saranno deprecati anche i membri di sola lettura delle aree di lavoro.

Passaggi successivi