Power BI si integra con Bing per fornire coordinate della mappa predefinite (un processo denominato geocodifica) in modo da semplificare la creazione di mappe. Bing usa alcuni algoritmi e hint per cercare di ottenere la posizione corretta, ma si tratta di una stima. Per aumentare la probabilità di esecuzione di operazioni di geocodifica corrette, usare i suggerimenti seguenti. Il primo set di suggerimenti serve se si ha accesso al set di dati, mentre il secondo set di suggerimenti contiene le operazioni che è possibile eseguire in Power BI.

Nel set di dati: suggerimenti per migliorare il set di dati sottostante

Se si ha accesso al set di dati usato per creare la visualizzazione della mappa, ci sono alcune operazioni da eseguire per aumentare la probabilità di geocodifica corretta.

1. Usare i termini di georilevazione

Se i nomi delle colonne nel set di dati sono basati sulla designazione geografica, Bing potrà indovinare con maggior precisione gli elementi da visualizzare. Se, ad esempio, è presente un campo con i nomi degli stati degli Stati Uniti, come California e Washington e il nome della colonna è basato sulla designazione geografica (in questo caso lo stato), per la parola Washington Bing potrebbe restituire la posizione della città, Washington, DC, invece di quella dello stato di Washington. Assegnando alla colonna il nome Stato , sarà possibile migliorare la geocodifica. Lo stesso vale per le colonne denominate Paese, Stato, Provincia e Città.

Nota:

Quando si lavora con paesi o aree geografiche, usare l'abbreviazione di tre lettere per garantire il corretto funzionamento della geocodifica nelle visualizzazioni delle mappe. Non usare le abbreviazioni di due lettere, perché alcuni paesi o aree geografiche potrebbero non essere riconosciuti correttamente.

Se si hanno a disposizione solo le abbreviazioni a due lettere, vedere questo post di blog esterno per istruzioni su come associare le abbreviazioni di paese/area geografica di due lettere a quelle di tre lettere.

2. Classificare i campi geografici in Power BI Desktop

In Power BI Desktop è possibile assicurarsi che la geocodifica dei campi venga eseguita correttamente impostando la categoria di dati per i campi dati. Selezionare la tabella desiderata, passare alla scheda Avanzate della barra multifunzione e quindi impostare la categoria di dati su Indirizzo, Città, Continente, Paese/area geografica, Paese, Codice postale, Stato o Provincia. Queste categorie di dati consentiranno a Bing di codificare correttamente la data. Per altre informazioni, vedere Categorizzazione dei dati in Power BI Desktop.

3. Usare l'editor di query di Power BI per creare località più specifiche

In alcuni casi, anche l'impostazione delle categorie di dati per la creazione di mappe non è sufficiente per consentire a Bing di individuare correttamente la posizione. Alcune designazioni sono ambigue perché la località esiste in più paesi o aree geografiche. Ad esempio, esiste una città chiamata Southampton in Inghilterra, Pennsylvania e New York. Usare l' Editor di query di Power BI Desktop per creare una località più specifica, come un indirizzo stradale. Usare la funzionalità Aggiungi colonna per creare una colonna personalizzata, quindi creare la località desiderata nel modo seguente:

= [Field1] & " " & [Field2]

Usare quindi il campo risultante in Power BI per creare le visualizzazioni della mappa. Questo approccio è molto utile per creare indirizzi stradali da campi relativi all'indirizzo di spedizione, che sono comuni nei set di dati. Tenere presente che la concatenazione funziona solo con i campi di testo. Se necessario, convertire il numero civico in un tipo di dati di testo prima di usarlo per creare un indirizzo.

4. Usare una virgola per aggiungere contesto al campo geografico

Analogamente al punto 3 riportato sopra, ma con l'uso di DAX in Excel o Excel Power Pivot, è possibile aumentare l'accuratezza della geocodifica creando colonne che consentono di concatenare più campi e usandole per tracciare le posizioni dei dati. Ad esempio, se si ha una colonna per "stato" e un'altra per "paese/area geografica", creare una colonna concatenata per "città-paese/area geografica". In questo modo, invece di indicare solo Southampton, è possibile indicare Southampton, Inghilterra per ottenere un risultato di geocodifica più accurato.

= CONCATENATE('Products'[city],'Products'[state])

Per altre informazioni, incluso un video, vedere Mappe in Power View e scorrere fino alla sezione "Rendere univoci i dati della mappa".

5. Usare latitudine e longitudine specifiche

Aggiungere i valori di latitudine e longitudine al set di dati. In tal modo, verrà eliminata qualsiasi ambiguità. I valori immessi nei campi Latitudine e Longitudine devono essere in formato Numero decimale. È possibile impostare questo formato nel modello di dati.

In Power BI: suggerimenti per ottenere risultati migliori quando si usano le visualizzazioni mappa

1. Usare i campi di latitudine e longitudine (se presenti)

In Power BI, se il set di dati contiene già i dati relativi a latitudine e longitudine, è consigliabile usarli. Power BI include speciali campi per ovviare alle ambiguità dei dati delle mappe. È sufficiente trascinare il campo che contiene i dati relativi alla latitudine nell'area Visualizzazioni > Latitudine. altrettanto per i dati relativi alla longitudine. In questo caso, quando si creano le visualizzazioni, è necessario compilare anche il campo Località. In caso contrario, i dati verranno aggregati per impostazione predefinita e, ad esempio, la latitudine e la longitudine verrebbero abbinate a livello di stato e non di città.

Vedere anche

Visualizzazioni di Power BI

Altre domande? Provare la community di Power BI