Un grafico a dispersione ha sempre due assi di valori per mostrare un set di valori numerici lungo un asse orizzontale e un altro set di dati numerici lungo un asse verticale. Nel grafico vengono visualizzati i punti in corrispondenza dell'intersezione di un valore numerico x e un valore numerico y, combinando questi valori in punti dati singoli. Questi punti dati possono essere distribuiti uniformemente o in maniera non uniforme sull'asse orizzontale, a seconda dei dati.

Un grafico a bolle sostituisce i punti dati con bolle, con le dimensioni della bolla che rappresentano una dimensione aggiuntiva dei dati.

Quando usare un grafico a dispersione o un grafico a bolle

I grafici a dispersione rappresentano un'ottima scelta nelle seguenti situazioni:

  • per visualizzare le relazioni tra 2 (a dispersione) o 3 (a bolle) valori numerici .

  • Per tracciare due gruppi di numeri come un'unica serie di coordinate xy.

  • al posto di un grafico a linee quando si desidera modificare la scala dell'asse orizzontale

  • per attivare l'asse orizzontale in una scala logaritmica.

  • per visualizzare i dati del foglio di lavoro che include valori a coppie o a insiemi raggruppati. In un grafico a dispersione, è possibile regolare le scale indipendenti degli assi per visualizzare ulteriori informazioni sui valori raggruppati.

  • per visualizzare modelli in grandi set di dati, ad esempio tramite la visualizzazione di tendenze lineare o non lineari, cluster e outlier.

  • per confrontare un numero elevato di punti dati indipendentemente dal tempo. Più dati si includono in un grafico a dispersione, migliori saranno i confronti apportati.

I grafici a bolle rappresentano un'ottima scelta nelle seguenti situazioni:

  • se i dati dispongono di 3 serie di dati contenenti ciascuna un set di valori.

  • per presentare i dati finanziari. Dimensioni delle bolle diverse sono utili per evidenziare visivamente valori specifici.

  • per utilizzare i quadranti.

Creare un grafico a dispersione

  1. Aprire l'esempio di analisi delle vendite al dettaglio in Visualizzazione di modifica e aggiungere una nuova pagina di report.

  2. Dal riquadro Campi, selezionare Vendite > Vendite per piede quadrato e Vendite > % di varianza delle vendite.

  3. Selezionare District > District dal riquadro Campi.

  4. Convertire in un grafico a dispersione. Dal riquadro Visualizzazione selezionare l'icona del grafico a dispersione. .

  5. Trascinare Zona da Dettagli in Legenda.

È ora disponibile un grafico a dispersione che tiene traccia della % della varianza delle vendite totali lungo l'asse Y e delle vendite per ogni piede quadrato lungo l'asse X. I colori del punto dati rappresentano le zone. Ora si aggiungerà una terza dimensione.

Creare un grafico a bolle

  1. Dal riquadro Campi, trascinare Vendite > Vendite di quest’anno > Valore all’area Dimensioni.

  2. Passare il mouse su una bolla. La dimensione della bolla riflette il valore delle Vendite di quest’anno.

  3. Facoltativamente, formattare i colori della visualizzazione, le etichette, i titoli, lo sfondo e altro ancora.

Considerazioni e risoluzione dei problemi

Il grafico a dispersione presenta solo un punto dati

Il grafico a dispersione ha solo un punto dati che aggrega tutti i valori sugli assi X e Y? O forse aggrega tutti i valori lungo una singola riga orizzontale o verticale?

Aggiungere un campo all’area Dettagli per indicare a Power BI come raggruppare i valori. Il campo deve essere univoco per ogni punto che si desidera tracciare.
Ad esempio un numero di riga semplice o un campo ID:

O se non si dispone di questo nei dati, è possibile creare un campo che concatena i valori X e Y in un elemento univoco per ogni punto:

Per creare un nuovo campo, usare l'Editor di query di Power BI Desktop per aggiungere una colonna indice al set di dati. Quindi aggiungere la colonna all’area Dettagli della visualizzazione.

Passaggi successivi

Tipi di visualizzazione in Power BI

Provalo gratuitamente

Altre domande? Provare la community di Power BI