Un grafico a cascata mostra il totale aggiornato ogni volta che si aggiungono o si sottraggono valori. È utile per comprendere in che modo un valore iniziale (ad esempio, il reddito netto) è interessato da una serie di modifiche positive e negative.

Le colonne sono contraddistinte dal colore per poter vedere rapidamente gli aumenti e le diminuzioni. Le colonne del valore iniziale e del valore finale spesso iniziano sull'asse orizzontale, mentre i valori intermedi sono colonne mobili. In virtù di questo aspetto, i grafici a cascata sono spesso denominati grafici a ponte.

Quando usare un grafico a cascata

I grafici a cascata rappresentano un'ottima scelta nelle seguenti situazioni:

  • quando è necessario modificare la misura in serie temporali o categorie diverse;

  • per controllare le principali modifiche che contribuiscono a determinare il valore totale;

  • per rappresentare graficamente il profitto annuo di un'azienda mostrando le varie fonti di ricavi e calcolare il profitto (o la perdita) totale;

  • per illustrare il numero di dipendenti iniziale e finale dell'azienda in un anno;

  • per visualizzare la quantità di denaro incassata e spesa ogni mese e il saldo corrente per il proprio conto.

Creare un grafico a cascata

Verrà creato un grafico a cascata che visualizza la varianza delle vendite (confronto tra vendite stimate ed effettive) per mese. Per seguire la procedura, accedere a Power BI e selezionare Recupera dati > Esempi > Esempio di analisi delle vendite al dettaglio.

  1. Selezionare la scheda Set di dati e scorrere fino al nuovo set di dati "Esempio di analisi delle vendite al dettaglio". Selezionare l'icona Crea report per aprire il set di dati in modalità di visualizzazione report.

  2. Dal riquadro Campi selezionare Sales > Total Sales Variance. Se Total Sales Variance non è presente nell'area Asse Y , trascinarlo in quell'area.

  3. Convertire il grafico in un grafico a cascata.

  4. Selezionare Time > FiscalMonth per aggiungerlo all'area Categoria.

  5. Ordinare il grafico a cascata in ordine cronologico. Nell'angolo in alto a destra del grafico selezionare i puntini di sospensione (...) e scegliere FiscalMonth.

  6. Approfondire ulteriormente per scoprire qual è il fattore che contribuisce maggiormente ai cambiamenti da un mese all'altro. Trascinare Store > Territory sul bucket Breakdown.

  7. Per impostazione predefinita, Power BI aggiunge i primi 5 territori che contribuiscono agli aumenti o ai cali ogni mese, ma in questo caso servono solo i primi 2. Nel riquadro di formattazione, selezionare Breakdown e impostare Maximum su 2.

    Una rapida analisi rivela che i territori di Ohio e Pennsylvania sono i maggiori contributori allo spostamento, negativo e positivo, nel grafico a cascata.

  8. È una scoperta interessante: Ohio e Pennsylvania hanno un notevole impatto perché le vendite in questi 2 territori sono molto più elevate rispetto agli altri territori? Lo scopriremo ben presto. Creare una mappa che esamini le vendite per territorio.

    La mappa supporta la teoria, perché mostra che questi 2 territori hanno avuto il valore di vendite più alto lo scorso anno (dimensioni bolla) e quest'anno (ombreggiatura bolla).

Evidenziazione e filtro incrociato

Per informazioni sull'uso del riquadro Filtri, vedere Aggiungere un filtro a un report.

Evidenziando una colonna in un grafico a cascata viene applicato il filtro incrociato nelle altre visualizzazioni nella pagina del report e viceversa. Tuttavia, la colonna Totale non attiva l'evidenziazione e non risponde al filtro incrociato.

Vedere anche

Report in Power BI

Tipi di visualizzazione in Power BI

Visualizzazioni nei report di Power BI

Power BI - Concetti di base

Altre domande? Provare la community di Power BI