Tieni traccia del tuo stato di avanzamento e ricevi gli aggiornamenti

Facendo clic su Tieni traccia dello stato di avanzamento accetti di ricevere da Microsoft gli aggiornamenti sulle risorse di apprendimento di Power BI via posta elettronica. Potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

×

Fantastico! Hai terminato il primo argomento.

Immetti il tuo indirizzo di posta elettronica per tenere traccia del tuo stato di avanzamento e ricevere gli aggiornamenti sui nuovi contenuti di apprendimento di Power BI.

Facendo clic su Tieni traccia dello stato di avanzamento accetti di ricevere da Microsoft gli aggiornamenti sulle risorse di apprendimento di Power BI via posta elettronica. Potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

×

Grazie.

Man mano che procedi nell'Apprendimento guidato, accanto agli argomenti completati verrà visualizzato un segno di spunta verde.

×

Sei diventato esperto dei componenti essenziali

Completata l'introduzione, preparati all'approfondimento.

Introduzione a Power BI Desktop

Argomento successivo

Connettere le origini dati in Power BI Desktop

Continua

Guarda di nuovo

In questo argomento, approfondiremo lo svolgimento delle prime due fasi di Power BI:

  • Creare un report in Power BI Desktop
  • Pubblicare il report nel servizio Power BI

Inizieremo con Power BI Desktop selezionando Recupera dati. Verrà visualizzata la raccolta di origini dati che consentirà di scegliere un'origine dati. L'immagine seguente mostra la selezione di una pagina Web come origine. Nel video precedente, Will ha selezionato una cartella di lavoro di Excel.

A prescindere dall'origine dati selezionata, Power BI si connette all'origine dati e mostra i dati disponibili. L'immagine seguente è un altro esempio da una pagina Web che analizza diversi paesi e alcune statistiche interessanti sul pensionamento.

Nella vista Report di Power BI Desktop è possibile iniziare a creare report.

La vista Report include cinque aree principali:

  1. La barra multifunzione, che mostra le attività comuni associate ai report e alle visualizzazioni.
  2. La vista Report , o area di disegno, dove vengono create e disposte le visualizzazioni.
  3. La scheda Pagine nella parte inferiore, che consente di selezionare o aggiungere una pagina del report.
  4. Il riquadro Visualizzazioni , dove è possibile modificare le visualizzazioni, personalizzare i colori o gli assi, applicare filtri, trascinare i campi e altro ancora.
  5. Il riquadro Campi in cui gli elementi della query e i filtri possono essere trascinati nella vista Report oppure nell'area Filtri del riquadro Visualizzazioni .

I riquadri Visualizzazioni e Campi possono essere compressi selezionando la piccola freccia lungo il bordo, in modo da ottenere più spazio nella vista Report per la creazione di visualizzazioni accattivanti. Quando si modificano le visualizzazioni, vengono visualizzate anche queste frecce rivolte verso l'alto o verso il basso, che indicano che è possibile espandere o comprimere la sezione.

Per creare una visualizzazione, trascinare un campo dall'elenco Campi alla vista Report . In questo caso, trascinare il campo State da RetirementStats e vedere che cosa succede.

Osservare cosa accade... Power BI Desktop ha creato automaticamente una visualizzazione basata su mappa, dopo aver riconosciuto che il campo State includeva dati di georilevazione.

Andiamo rapidamente avanti e, dopo aver creato un report con alcune visualizzazioni, saremo pronti per pubblicarlo nel servizio Power BI. Nella barra multifunzione Home in Power BI Desktop selezionare Pubblica.

Verrà richiesto di accedere a Power BI.

Dopo che l'accesso è stato effettuato e il processo di pubblicazione è stato completato, viene visualizzata la finestra di dialogo seguente. Selezionare il collegamento riportato sotto Operazione riuscita per passare al servizio Power BI dove visualizzare il report appena pubblicato.

Quando si accede a Power BI, è possibile visualizzare il file Power BI Desktop appena pubblicato nel servizio. Nell'immagine riportata sotto, il report creato in Power BI Desktop viene visualizzato nella sezione Report.

Nel report è possibile scegliere l'icona a forma di puntina per aggiungere l'oggetto visivo a un dashboard. L'immagine seguente mostra l'icona a forma di puntina evidenziata da una casella colorata e una freccia.

Selezionandola, verrà visualizzata la finestra di dialogo seguente, che consentirà di aggiungere l'oggetto visivo a un dashboard esistente o di creare un nuovo dashboard.

Quando si aggiungono oggetti visivi ricavati dal report, è possibile visualizzarli nel dashboard.

Si può fare molto di più con Power BI, naturalmente, ad esempio condividere i dashboard creati. Parleremo della condivisione più avanti in questo corso.

Successivamente, esamineremo una funzionalità che consente di creare automaticamente i dashboard semplicemente tramite la connessione a un servizio cloud come Facebook, Salesforce e molti altri.

Request demo