Condizioni per Microsoft Power BI Preview

Grazie per aver scelto Microsoft.

Il presente documento costituisce un contratto tra l’utente e Microsoft Corporation in cui sono descritti i diritti sull’utilizzo del software e del servizio Power BI Preview (il “Servizio”). Nell’utilizzo del Servizio l’utente dovrà attenersi alle presenti condizioni (“il presente Contratto”).

L’utente potrà registrarsi a un account aziendale Microsoft con un indirizzo di posta elettronica fornito dall’organizzazione (ad esempio, dal datore di lavoro o dall’istituto didattico). L’utente dovrà prestare attenzione al fatto che qualora registri e utilizzi il Servizio con un account aziendale (ad esempio, l’indirizzo di posta elettronica dell’ufficio), il proprietario del dominio aziendale (ad esempio, il datore di lavoro o l’istituto didattico) potrà in seguito assumere il controllo dell’account e accedere ai dati e alle precedenti attività sulla rete.

Per comodità, alcune condizioni del presente Contratto sono formulate nel formato domanda e risposta. L’utente dovrà leggere l’intero Contratto, poiché tutte le condizioni sono importanti e, congiuntamente, costituiscono un contratto legale cui dovrà attenersi dopo averlo accettato.

  1. Accettazione del contratto e relative modifiche
    1. Come si accetta il presente contratto? Utilizzando o accedendo al Servizio oppure accettando le presenti condizioni nel caso in cui questa opzione sia resa disponibile nell’interfaccia utente, l’utente conferma di accettare il presente Contratto, senza modifiche. In caso contrario, l’utente non potrà utilizzare il Servizio.
    2. Microsoft può cambiare il presente Contratto dopo che è stato accettato? Sì. Periodicamente Microsoft potrà cambiare o modificare tali condizioni. In tal caso Microsoft informerà l’utente tramite l’interfaccia utente, con un messaggio di posta elettronica o utilizzando un altro mezzo adeguato. L’utilizzo del Servizio da parte dell’utente successivamente alla data di entrata in vigore della modifica costituisce accettazione delle condizioni emendate. Qualora non le accetti, l’utente dovrà interrompere l’utilizzo del Servizio. Diversamente, l’utente dovrà conformarsi alle nuove condizioni.
    3. Quali tipi di modifica possono essere apportati al Servizio? Microsoft lavora continuamente al miglioramento del Servizio e lo potrà cambiare in qualsiasi momento. Poiché il Servizio è per sua natura un’anteprima, potrebbe non funzionare correttamente o non funzionare nello stesso modo della versione finale. Microsoft potrà di tanto in tanto interrompere l’erogazione di parti del Servizio. Microsoft potrà fare ciò nei casi, ad esempio, in cui non sia più fattibile erogare un Servizio, vi siano avanzamenti tecnologici, i commenti dei clienti indichino la necessità di una modifica, i contratti stipulati con terzi non le permettano più di rendere disponibile il proprio materiale o l’insorgere di problemi esterni rendano imprudente o difficoltoso il proseguimento dell’erogazione.
    4. Che cosa si intende per “commenti”? Come verranno utilizzati i commenti? Accettando di utilizzare il Servizio, l’utente acconsente a fornire i propri commenti a Microsoft. L’utente concede in licenza a Microsoft senza alcun costo aggiuntivo tutti i diritti di Proprietà Intellettuale o di altro tipo che le servono per utilizzare, condividere e commercializzare in qualsiasi modo o per qualsiasi scopo i commenti dell’utente. L’utente concede inoltre in licenza a terzi, senza alcun costo aggiuntivo, tutti i diritti di proprietà intellettuale o di altro tipo necessari affinché i relativi prodotti, tecnologie e servizi possano utilizzare i componenti specifici di un software o di un servizio Microsoft che includa i commenti oppure possano interfacciarsi con essi. L’utente non fornirà a Microsoft alcun commento che sia soggetto a una licenza che le imponga di concedere in licenza a terzi il proprio software o la propria documentazione o di erogare i propri servizi, a fronte dell’eventuale inclusione dei propri commenti nel software o nella documentazione stessa. I diritti concessi nel presente paragrafo sono perpetui e applicabili in tutto il mondo ed estendono la loro validità temporale anche dopo la risoluzione o la scadenza del presente Contratto.
  2. Dati dell’Utente
    1. Chi è il proprietario del Contenuto inserito nel Servizio?

      Come tra Microsoft e l’utente, l’utente è il proprietario, a meno che il proprietario dell’account aziendale non abbia assunto il controllo dell’account del cliente. Il Servizio consente all’utente di comunicare con altri e di condividere o archiviare diversi tipi di file, quali foto, documenti, musica e video. Il contenuto delle comunicazioni e dei file è il “Contenuto” dell’utente e, ad eccezione del materiale concesso in licenza da Microsoft, che potrà essere incorporato nel Contenuto dell’utente (ad esempio le immagini ClipArt), Microsoft non reclama la titolarità del Contenuto che l’utente pubblica o eroga tramite il Servizio. L’utente è responsabile del proprio Contenuto.

      Qualora il proprietario del dominio aziendale abbia assunto il controllo dell’account dell’utente, l’utente potrà contattare l’amministratore per conoscere i propri diritti nei confronti del Contenuto.

    2. Chi può accedere al Contenuto dell’utente? Qualora l’utente condivida il Contenuto in aree pubbliche del Servizio, attraverso funzionalità che permettano la condivisione pubblica del Contenuto, o in aree condivise disponibili a terzi scelti dall’utente, accetta espressamente che i terzi con cui ha condiviso il Contenuto possano, gratuitamente, utilizzare, salvare, riprodurre, distribuire, mostrare e trasmettere il Contenuto in relazione all’uso con il Servizio e con altri prodotti e servizi Microsoft o dei relativi licenziatari. Per non concedere a terzi tale facoltà, l’utente non dovrà utilizzare il Servizio per condividere il Contenuto. Inoltre, qualora il proprietario del dominio aziendale abbia assunto il controllo dell’account dell’utente, l’amministratore avrà accesso al Contenuto.

      L’utente dichiara e garantisce che, per la durata del presente Contratto, dispone e disporrà di tutti i diritti necessari relativi al Contenuto che caricherà o condividerà sul Servizio e che l’uso del Contenuto, come contemplato nel presente Articolo 2.2, non violerà alcuna legge.

    3. Quali operazioni effettua Microsoft sul Contenuto? Quando l’utente trasmette o carica il Contenuto nel Servizio, concede a Microsoft, gratuitamente, il diritto a livello mondiale, di utilizzare il Contenuto a seconda delle esigenze: per fornire il Servizio all’utente e per migliorare i prodotti e servizi Microsoft. Microsoft utilizza e tutela il Contenuto dell’utente come descritto nell’informativa sulla privacy cui si fa riferimento all’Articolo 4.
    4. Quale tipo di Contenuto o di azioni non è consentito? Per proteggere i clienti e il Servizio, Microsoft ha definito il presente Codice di Comportamento che disciplina l’utilizzo del Servizio. Il Contenuto o le azioni che violano il presente Contratto non sono consentite.
      1. Non utilizzare il Servizio per azioni illegali.
      2. Non impegnarsi in attività che sfruttino, nuocciano o minaccino di nuocere i bambini.
      3. Non inviare posta indesiderata né utilizzare l’account per aiutare terzi a inviare posta indesiderata. Per Posta indesiderata si intende posta indesiderata inviata in blocco, pubblicazioni o messaggi istantanei.
      4. Non visualizzare pubblicamente immagini inappropriate (ad esempio, di nudo, di rapporti sessuali con animali, pornografiche).
      5. Non impegnarsi in attività false o fuorvianti (ad esempio, in tentativi di estorcere denaro sotto mentite spoglie, impersonando un altro utente).
      6. Non impegnarsi in attività che siano dannose per il Servizio o per altri utenti (ad esempio, virus, stalking, espressioni di odio, sollecitazioni alla violenza nei confronti di terzi).
      7. Non violare i diritti di terzi (ad esempio, tramite la condivisione non autorizzata di musica protetta da copyright, la rivendita o altra distribuzione di Bing Maps, fotografie e altro Contenuto).
      8. Non impegnarsi in attività che violino il diritto alla protezione dei dati personali di terzi.
      9. Non utilizzare il Servizio in alcun modo che possa interferire con, interrompere, influire negativamente su o inibire il godimento da parte di terzi del Servizio o che comunque possa danneggiare, disattivare, sovraccaricare o pregiudicare il funzionamento del Servizio.
      10. Non inviare annunci pubblicitari indesiderati o non autorizzati, richieste, materiale promozionale, posta indesiderata, catene di Sant’Antonio o schemi piramidali né nascondere o falsare l’identità dei mittenti di messaggi di posta elettronica allo scopo di inviare posta indesiderata o altri messaggi commerciali.
      11. Non raccogliere né in altro modo ottenere informazioni su altri utenti, inclusi i relativi indirizzi di posta elettronica, senza il loro consenso.
      12. Non utilizzare robot, spider, crawler, scraper o altri mezzi automatizzati o interfacce non fornite da Microsoft per accedere al Servizio o estrarre i dati.
      13. Non decompilare alcun aspetto del Servizio o effettuare alcuna azione che possa rivelare il codice sorgente né ignorare o eludere le misure adottate per impedire o limitare l’accesso ad aree, contenuto o codice del Servizio (fatta eccezione per i casi in cui tali attività siano espressamente consentite dalla legge applicabile).
      14. Non utilizzare né tentare di utilizzare alcun account per il quale non si è in possesso dell’autorizzazione.
      15. Non spacciarsi per qualcun altro o pubblicare per conto di un’altra persona fisica o giuridica né in altro modo rilasciare una dichiarazione falsa riguardo alla propria affiliazione a una persona fisica o giuridica.
      16. Non tentare di eludere alcuna tecnica di filtraggio del contenuto che Microsoft potrebbe adottare né tentare di accedere ad alcun servizio o area del Servizio per la quale non di dispone dell’autorizzazione.

      In molti casi Microsoft viene a conoscenza di violazioni al Codice di Comportamento tramite i reclami dei clienti, ma potrà anche implementare tecnologie automatizzate per rilevare comportamenti pedofili o di abuso che potrebbero danneggiare il sistema, i clienti o terzi. Quando Microsoft o coloro che agiscono per suo conto analizzano tali questioni, esamineranno il Contenuto per risolvere il problema. Ciò avviene in aggiunta agli utilizzi che Microsoft illustra nel presente Contratto e nelle Informative sulla Privacy.

    5. Microsoft può rimuovere il Contenuto dell’utente dal Servizio? Sì. Microsoft rimuoverà, limiterà la distribuzione del Contenuto dell’utente o disattiverà l’accesso ad esso, qualora ritenga stia violando il presente Contratto, riceva un reclamo da un altro utente, una comunicazione di violazione della proprietà intellettuale o altra istruzione legale per la rimozione. Microsoft potrà anche bloccare la consegna di una comunicazione, ad esempio un messaggio di posta elettronica o istantaneo, destinata al Servizio o proveniente da esso, al fine di proteggere il Servizio o i clienti oppure di applicare diversamente le condizioni del presente Contratto.
  3. Periodo di Validità e annullamento/risoluzione del Servizio
    1. Qual è il periodo di validità del presente Contratto?

      Il presente Contratto rimarrà in vigore fino al 30 settembre 2015 o fino a quando non sarà disponibile una nuova versione commerciale del Servizio, a seconda di quale evento si verificherà per primo.

    2. Quali sono le conseguenze di una violazione del presente Contratto? Nel caso in cui l’utente violi il presente Contratto, Microsoft potrà intraprendere una serie di azioni, tra cui la rimozione del Contenuto dell’utente dal Servizio, la sospensione o l’annullamento dell’accesso dell’utente al Servizio, la disattivazione o la risoluzione dell’account aziendale e/o la denuncia della violazione alle autorità preposte. Il Contenuto eliminato non potrà più essere recuperato.
    3. Vi sono altri modi in cui l’utente può perdere l’accesso al Servizio? Sì. Microsoft potrà cessare l’erogazione di parti del Servizio in conformità all’Articolo 1.3.

      Inoltre, qualora il proprietario del dominio aziendale abbia assunto il controllo dell’account dell’utente, l’amministratore potrà modificare l’accesso al Servizio.

    4. Com’è possibile interrompere il Servizio? L’utente potrà interrompere il Servizio associato all’account aziendale in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo, a meno che il proprietario dell’account aziendale non abbia assunto il controllo dell’account dell’utente. In tal caso, l’utente dovrà rivolgersi all’amministratore per chiudere l’account. Per ulteriori informazioni su come chiudere l’account, l’utente potrà consultare la seguente documentazione: http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=619087.

      Microsoft potrà inoltre sospendere o annullare il Servizio oppure risolvere il presente Contratto in qualsiasi momento fornendo un preavviso di 30 giorni.

    5. Che cosa accade nel caso in cui il Servizio dell’utente venga interrotto? Qualora il Servizio venga interrotto dall’utente, da Microsoft o dall’amministratore dell’utente, il diritto dell’utente di utilizzarlo decade immediatamente e la licenza per l’uso del software correlato al Servizio scade. L’utente dovrà quindi disinstallare il software o, in alternativa, Microsoft potrà disattivarlo. Qualora l’account aziendale venga chiuso dall’utente, da Microsoft o dall’amministratore dell’utente, il diritto dell’utente di utilizzarlo decade immediatamente. Qualora il Servizio venga interrotto, Microsoft conserverà il Contenuto in un account con funzioni limitate per 90 giorni. Dopo la scadenza del periodo di conservazione di 90 giorni Microsoft disattiverà l’account ed eliminerà il Contenuto. Il Servizio potrebbe non supportare la conservazione o l’estrazione del software fornito dall’utente. Microsoft non è in alcun modo responsabile dell’eliminazione del Contenuto descritto nel presente Articolo.
  4. Diritto alla Protezione dei Dati Personali

    Microsoft protegge la privacy dell’Utente. Trattandosi di un servizio di anteprima, potrà essere soggetto a impegni minori o differenti per garantire il diritto alla protezione dei dati personali, alla conformità e alla sicurezza. Microsoft descrive come utilizzare e proteggere il Contenuto dell’utente e qualsiasi informazione che raccoglie dall’utente nell’Informativa sulla Privacy dei Microsoft Online Services (l’“Informativa sulla Privacy”): go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=512132. L’Informativa sulla Privacy è importante, pertanto l’utente dovrà leggerla con attenzione. Il presente Contratto incorpora l’Informativa sulla Privacy per riferimento. Utilizzando il Servizio o accettando le presenti condizioni, l’utente acconsente alla raccolta, al trattamento e alla divulgazione, da parte di Microsoft, del proprio Contenuto e delle proprie informazioni secondo le modalità descritte nell’Informativa sulla Privacy. I riferimenti al Centro Protezione nell’Informativa sulla Privacy non si applicano. L’utente acconsente inoltre che Microsoft usi le informazioni di contatto ricevute per inviargli comunicazioni relative all’utilizzo dei propri prodotti e servizi e per la protezione dell’account. Microsoft potrà anche inviare all’utente messaggi di posta elettronica promozionali e contattarlo telefonicamente riguardo ai propri prodotti e servizi.

    Ai fini dell’interpretazione della presente Informativa sulla Privacy, fino al momento in cui il proprietario del dominio Internet dell’account aziendale dell’utente (ad esempio, “il datore di lavoro dell’utente”) non assume il controllo dell’account, i riferimenti all’amministratore e al cliente si applicano all’utente.

  5. Interruzioni del Servizio e backup

    Microsoft si impegna a mantenere il Servizio attivo e funzionante. Tuttavia, tutti i servizi online subiscono occasionali interruzioni e Microsoft non potrà essere considerata responsabile di tali eventuali interruzioni né delle possibili conseguenti perdite. L’utente è invitato a eseguire backup periodici del Contenuto archiviato nel Servizio. Attenendosi a un piano di backup regolare l’utente può evitare la perdita di Contenuto.

  6. Software
    1. Quali condizioni disciplinano il software fornito nell’ambito del Servizio? A meno che non sia corredato da un contratto di licenza specifico, qualsiasi software fornito da Microsoft all’utente nell’ambito del Servizio è soggetto alle condizioni del presente Contratto. Il software viene concesso in licenza, non venduto e Microsoft si riserva tutti gli altri diritti relativi al software non espressamente garantiti da Microsoft ai sensi del presente contratto tacitamente, per preclusione o per qualsivoglia altro motivo. Qualora il presente Contratto regoli il sito Web visitato dall’utente, qualsiasi script o codice di terzi, collegato al sito Web o al quale il sito Web faccia riferimento, viene concesso in licenza dai terzi proprietari di tale codice, non da Microsoft.
    2. Com’è possibile utilizzare il software fornito nell’ambito del Servizio? Microsoft concede all’utente il diritto di installare e utilizzare una copia del software su ciascun dispositivo, a livello mondiale, per l’uso da parte di una persona alla volta nell’ambito dell’utilizzo del Servizio, ma solo se l’utente è conforme a tutte le altre condizioni espresse nel presente Contratto.
    3. Vi sono operazioni non consentite con il software o il Servizio? Sì. Oltre alle altre limitazioni espresse nel presente Contratto, l’utente non potrà aggirare o escludere alcuna misura di protezione tecnologica esistente o correlata al software o al Servizio, disassemblare o decompilare alcun software o altri aspetti del Servizio, inclusi o accessibili tramite il Servizio, ad eccezione della legge sul copyright applicabile, separare componenti del software o del Servizio per usarli su dispositivi diversi, pubblicare o duplicare il software o il Servizio né noleggiarli, concederli in locazione o prestito, trasferire il software, qualsiasi licenza del software o qualsiasi diritto di accesso o utilizzo del Servizio. L’utente non potrà utilizzare il Servizio in alcun modo non autorizzato che possa interferire con l’uso da parte di altri o consentire l’accesso a servizi, dati, account o alla rete. L’utente non potrà accedere al Servizio mediante applicazioni di terzi non autorizzate.
    4. Come viene aggiornato il software? Microsoft potrà verificare automaticamente la versione del software dell’utente. Di tanto in tanto Microsoft potrà inoltre scaricare automaticamente aggiornamenti al software. L’utente accetta di ricevere tali aggiornamenti conformemente alle presenti condizioni, a meno che gli aggiornamenti non siano accompagnati da altre condizioni. In tal caso queste altre condizioni prevalgono su quelle del presente contratto. Microsoft non ha l’obbligo di rendere disponibile alcun aggiornamento e non garantisce di supportare la versione del sistema per il quale l’utente riceve in licenza il software.
  7. Validità delle Disposizioni Contrattuali

    Qualora l’autorità giudiziaria competente stabilisca che una disposizione del presente Contratto sia illegale, non valida o non attuabile, le restanti condizioni rimarranno pienamente vincolanti ed efficaci.

  8. ESCLUSIONE DI GARANZIE

    MICROSOFT E LE SUE CONSOCIATE, I SUOI RIVENDITORI, DISTRIBUTORI E FORNITORI NON RILASCIANO ALCUNA GARANZIA, ESPRESSA O IMPLICITA, NÉ CONDIZIONE RELATIVAMENTE ALL’UTILIZZO DEL SERVIZIO DA PARTE DELL’UTENTE. L’UTENTE COMPRENDE CHE L’UTILIZZO DEL SERVIZIO È A PROPRIO RISCHIO E CHE MICROSOFT FORNISCE IL SERVIZIO “COM’È”, “CON TUTTI I POSSIBILI DIFETTI” E “COME DISPONIBILE”. MICROSOFT NON GARANTISCE L’ACCURATEZZA NÉ LA TEMPESTIVITÀ DELLE INFORMAZIONI DISPONIBILI TRAMITE IL SERVIZIO. NELLA MISURA MASSIMA CONSENTITA DALLA LEGGE LOCALE, MICROSOFT ESCLUDE EVENTUALI GARANZIE IMPLICITE, INCLUSE LE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ (QUALITÀ NON INFERIORE ALLA MEDIA), QUALITÀ SODDISFACENTE, ADEGUATEZZA PER UNO SCOPO SPECIFICO, PERIZIA E NON VIOLAZIONE DI DIRITTI DI TERZI. ALL’UTENTE POTRANNO ESSERE CONCESSI DETERMINATI DIRITTI AI SENSI DELLA LEGGE LOCALE. NESSUNA DISPOSIZIONE CONTENUTA NEL PRESENTE CONTRATTO HA LO SCOPO DI COMPROMETTERE TALI DIRITTI, QUALORA SIANO APPLICABILI.

    L’UTENTE DÀ ATTO CHE I SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONE NON SONO A TOLLERANZA D’ERRORE E CHE OCCASIONALMENTE SI VERIFICANO TEMPI DI INATTIVITÀ. MICROSOFT NON GARANTISCE CHE IL SERVIZIO SARÀ ININTERROTTO, PUNTUALE, SICURO O ESENTE DA ERRORI NÉ CHE NON SI VERIFICHERANNO PERDITE DI CONTENUTO.

  9. Limitazione di responsabilità

    Qualora Microsoft sia inadempiente al presente Contratto, l’utente accetta che il rimedio esclusivo sia ottenere il risarcimento da Microsoft o da eventuali consociate, rivenditori, distributori e fornitori dei soli danni per un importo totale massimo pari a 10 USD. L’UTENTE NON POTRÀ RICHIEDERE IL RISARCIMENTO PER EVENTUALI ALTRI DANNI O PERDITE, INCLUSI, A TITOLO ESEMPLIFICATIVO, I DANNI CONSEQUENZIALI, PER LUCRO CESSANTE, SPECIALI, INDIRETTI, INCIDENTALI O MORALI. Tali limitazioni ed esclusioni si applicano anche nel caso in cui l’utente non venga risarcito completamente delle perdite subite, non raggiunga il suo scopo essenziale o nel caso in cui Microsoft fosse informata o avrebbe dovuto essere informata della possibilità del verificarsi di tali danni. Nella misura massima consentita dalla legge, le limitazioni e le esclusioni si applicano a qualsiasi aspetto relativo al presente Contratto, ad esempio alla perdita di Contenuto, a virus che impediscono l’utilizzo del Servizio, a ritardi o errori nell’avvio o nel completamento di trasmissioni o transazioni, a reclami relativi a inadempimento contrattuale, garanzie o condizioni, a responsabilità oggettiva, negligenza, falsa rappresentazione o omissione, a trasgressione o altro illecito civile, a violazione di legge o regolamento oppure ad arricchimento indebito. Alcune o tutte le limitazioni o le esclusioni di cui sopra non potranno essere applicabili all’utente nel caso in cui il paese dell’utente non consenta l’esclusione o la limitazione di danni incidentali, consequenziali o di altri danni.

  10. Legge applicabile/giurisdizione

    Il presente Contratto è disciplinato dalle leggi dello Stato di Washington. Se sussiste una giurisdizione federale, le parti accettano la giurisdizione e la competenza territoriale esclusive dei tribunali federali con sede a King County, Washington. In caso contrario, le parti accettano la competenza esclusiva della Corte Suprema con sede a King County, Washington. Qualora Microsoft o l’utente si avvalga di consulenti legali per dare esecuzione alle disposizioni del presente Contratto e ai diritti dallo stesso derivanti, la parte non soccombente sarà autorizzata a ottenere il rimborso delle spese legali e dei costi ragionevolmente sostenuti e di altri oneri, inclusi i costi e le spese dell’eventuale ricorso in appello, della dichiarazione di fallimento o di altre azioni analoghe.

  11. Siti Web, servizi e connettori di terzi e di Microsoft

    L’utente potrà accedere tramite il Servizio a siti Web o a servizi di terzi o di Microsoft. Tali altri servizi Microsoft sono disciplinati da condizioni e informative sulla privacy specifiche.

    Il Servizio utilizza anche Bing Maps, inclusi i Geocode. L’utilizzo di Bing Maps è disciplinato dalle Condizioni per l’Utilizzo per l’Utente Finale di Bing Maps disponibili alla pagina go.microsoft.com/?linkid=9710837 e dall’Informativa sulla Privacy di Bing Maps che si trova alla pagina go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=248686.

    Microsoft non è responsabile dei siti Web di terzi o del materiale, delle informative sulla privacy o dei servizi associati disponibili tramite tali servizi di terzi. Microsoft consiglia all’utente di prestare attenzione quando esce dal sito Web e suggerisce di leggere l’informativa sulla privacy di ciascun sito Web che raccoglie informazioni personali. L’utente è l’unico responsabile dei rapporti che intrattiene con terzi (inclusi gli inserzionisti). L’utilizzo da parte dell’utente di siti Web o servizi di terzi potrà essere soggetto alle condizioni di tali terzi.

    Il Servizio consente all’utente di connettersi a diverse origini dati di terzi. I contratti con alcuni di questi fornitori di origini dati di terzi sono stipulati esclusivamente tra l’utente e i fornitori di origini dati di terzi e potranno essere disciplinati da condizioni per l’utilizzo o contratti specifici applicabili a tali origini di terzi. L’utente accetta di essere responsabile e di avere l’autorizzazione solo a importare dati da tali origini dati di terzi. Microsoft non monitora, controlla né si assume alcuna responsabilità in relazione ad alcuno dei dati che l’utente importa dalle origini dati di terzi. Non è altresì responsabile della relativa qualità, accuratezza, natura e/o titolarità. L’utente accetta di essere il solo responsabile del Contenuto che crea, trasmette, distribuisce o visualizza in base ai dati che importa durante l’utilizzo del Servizio.

  12. Estensione della Validità Temporale di Alcune Disposizioni

    Il presente Articolo, gli Articoli 4, 8, 9, 10 e 15 e quelli che, in base alle relative condizioni, si applicano dopo la scadenza del presente Contratto resteranno in vigore dopo la risoluzione o l’annullamento del medesimo.

  13. Cessione e trasferimento

    Microsoft potrà cedere il presente Contratto, interamente o in parte, in qualsiasi momento e senza alcuna comunicazione all’utente. L’utente non potrà cedere il presente Contratto né trasferire i diritti di utilizzo del Servizio.

  14. Comunicazioni

    L’utente acconsente che Microsoft possa fornirgli le comunicazioni sul Servizio o le informazioni necessarie per legge tramite posta elettronica all’indirizzo specificato al momento dell’iscrizione al Servizio. Le comunicazioni inviate all’utente tramite posta elettronica verranno considerate inviate e ricevute quando il messaggio verrà trasmesso. Qualora l’utente non dia il proprio consenso alla ricezione di tali comunicazioni in formato elettronico, dovrà interrompere l’utilizzo del Servizio.

  15. Intero accordo

    Il presente Accordo prevale su tutte le comunicazioni precedenti e contemporanee, sia scritte che orali, relativamente alla materia in esso trattata.

  16. Assenza di terzi beneficiari

    I beneficiari del presente Contratto sono unicamente l’utente e Microsoft. Si intendono quindi esclusi gli altri soggetti, ad eccezione degli aventi causa e dei cessionari di Microsoft.

  17. Limitazioni relative all’Esportazione

    Il software e i servizi gratuiti Microsoft sono soggetti alle leggi in materia di esportazione e tecnologia degli Stati Uniti e di altre giurisdizioni e l’utente accetta di adempiere a tutte le leggi e a tutti i regolamenti relativi, applicabili al software e/o ai servizi. Per il trasferimento di tale software e servizi gratuiti in qualsiasi paese soggetto a embargo o a determinati soggetti vietati è richiesta l’autorizzazione del governo degli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, l’utente potrà visitare il sito Web del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti (www.treasury.gov/resource-center/sanctions/Programs/Pages/Programs.aspx). Inoltre, i servizi a pagamento sono soggetti alle leggi e ai regolamenti degli Stati Uniti in materia di esportazione ai quali l’utente deve conformarsi. Tali leggi includono limitazioni circa le destinazioni, gli utenti finali e l’utilizzo finale. Per ulteriori informazioni, l’utente potrà visitare il sito Web per l’esportazione dei prodotti Microsoft all’indirizzo (www.microsoft.com/exporting).

  18. COMUNICAZIONI

    Comunicazioni e procedura per proporre reclami per violazione della proprietà intellettuale. Microsoft rispetta i diritti di proprietà intellettuale di terzi. Qualora l’utente desideri inviare una comunicazione di violazione di proprietà intellettuale, che includa i reclami aventi ad oggetto la violazione del copyright, dovrà attenersi alle procedure di Microsoft per l’invio di Comunicazioni di Violazione (https://www.microsoft.com/info/cpyrtInfrg.aspx). TUTTE LE RICHIESTE CHE NON SONO PERTINENTI A TALE PROCEDURA NON RICEVERANNO RISPOSTA.

    Microsoft utilizza la procedura stabilita ai sensi del Titolo 17, Codice degli Stati Uniti, Articolo 512(c)(2) per rispondere a comunicazioni relative a violazioni del copyright. In alcune circostanze Microsoft potrà anche disattivare o risolvere gli account di utenti del Servizio Microsoft che potrebbero essere trasgressori ricorrenti. Comunicazioni e procedure relative a dubbi sulla proprietà intellettuale negli annunci pubblicitari. L’utente potrà prendere visione delle Linee Guida sulla Proprietà Intellettuale di Microsoft (go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=243207) relative a dubbi sulla proprietà intellettuale nella rete pubblicitaria.

    Informazioni sul copyright e i marchi. Tutte le parti del Servizio sono Copyright © 2014 Microsoft Corporation e/o i suoi fornitori, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, USA. Tutti i diritti sono riservati. Microsoft o i suoi fornitori sono i proprietari della titolarità, del copyright e di altri diritti sulla proprietà intellettuale relativamente al Servizio e al contenuto. Microsoft e i nomi, i logo e le icone di tutti i prodotti, i software e del Servizio Microsoft potranno essere marchi o marchi registrati di Microsoft (www.microsoft.com/about/legal/en/us/IntellectualProperty/Trademarks/EN-US.aspx) negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. I nomi di prodotti e società reali potranno essere marchi dei rispettivi proprietari. Eventuali diritti non espressamente concessi nel presente Contratto sono riservati.

Request demo